Monumenti Storici

Le impronte di una vicenda storica millenaria si possono trovare nei resti romani e nelle antiche costruzioni come il rinascimentale Castel Vigolo, le ville barocche quali Villa Bortolazzi a Vattaro, Palazzo Malfatti a Vigolo Vattaro, le chiese patronali e i quattro borghi con portici in pietra e balconi in legno.

Castel Vigolo, molti secoli fa, ha ricoperto il difficile ruolo di fortezza di una certa importanza e, come tale, ha dovuto sopportare duri assedi con conseguenti ricostruzioni. Esso sorge a  guardia della strada, aperta dai Romani, fra Calceranica e Trento. Dopo molte vicissitudini e passaggi di mano, nel 1960, il Castello fu acquistato da privati e interamente restaurato.

Palazzo Bortolazzi invece è la struttura storica più importante di Vattaro un tempo sede della scuola elementare del paese mentre a Vigolo Vattaro troviamo Palazzo Malfatti.

Vecchi mulini, segherie e spezzoni di vita agreste si ritrovano lungo il percorso del Parco Fluviale del Torrente Centa, dove il rumore di fondo dell’acqua del torrente si mescola alla storia passata.

Ci si immerge poi nella storia della Prima Guerra Mondiale visitando i Forti di Fornas, sul versante sinistro della Valsorda e di Brusafer, suo fratello sul versante destro della Valsorda, manufatti realizzati dagli austroungarici negli anni immediatamente successivi al 1866, quando i garibaldini e i regolari piemontesi si affacciarono alle porte di Trento presso Valsorda. Da visitare anche il Forte delle Sette Finestre, altra sentinella dell’Altopiano. Abbiamo inoltre i resti dei basamenti delle teleferiche risalenti alla Prima Guerra Mondiale e ai confini del nostro territorio il Parco della Rimembranza di Valsorda.